Covid-19

Covid-19

Per arginare la propagazione del coronavirus, il Consiglio federale ha decretato misure ad ampio raggio. I seguenti mezzi sono a disposizione dei affetti per arginare le conseguenze economiche:

  • Indennità di perdita di guadagno Corona

    La cerchia dei beneficiari dell’indennità

    • Quarantena ordinata da un’autorità
      le persone che devono mettersi in quarantena su prescrizione medica oppure su ordine delle autorità. Se una persona non può presentare una prescrizione di quarantena poiché l’autorità o il medico cantonale non la può rilasciare, deve comunicarlo nel modulo di richiesta.
    • Chiusura di attività 
      I lavoratori indipendenti o i lavoratori in posizione assimilabile a quella di un datore di lavoro la cui struttura deve chiudere in seguito a provvedimenti cantonali o federali e che per questo motivo subiscono una perdita di guadagno
    • Manifestazioni annullate
      I lavoratori indipendenti o i lavoratori in posizione assimilabile a quella di un datore di lavoro la cui manifestazione non è stata autorizzata da un’autorità cantonale o che non può aver luogo a causa di provvedimenti federali, se subiscono una perdita di guadagno
    • Diminuzione considerevole della cifra d’affari da 55% resp. 40% 
      La soglia in caso di diminuzione considerevole della cifra d’affari per gli indipendenti e per le persone in posizione analoga a quella di un datore di lavoro è stata ridotta dal 55% al 40% e pertanto il 18 dicembre 2020 la legge COVID-19 è stata adattata. Il Consiglio federale ha approvato la relativa modifica dell’ordinanza il 18 dicembre 2020. Ora vi è una riduzione dell’attività lucrativa in misura significante se nel mese della richiesta sussiste una diminuzione della cifra d’affari almeno del 40% (finora 55%) rispetto alla cifra d’affari media degli anni 2015-2019, se nel 2019 è stato realizzato un reddito soggetto all’AVS di almeno CHF 10’000.– e se si ha subìto una perdita di guadagno o di salario. Gli altri presupposti del diritto restano invariati. La nuova disposizione di legge entra in vigore il 18 dicembre 2020, l’adeguamento della riduzione della cifra d’affari al 40% vale a partire dal 19 dicembre 2020. Nel caso che la sua cifra d’affari nel mese di dicembre ammonta tra il 40 e 54.9%, il diritto sussiste soltanto a partire dal 19 dicembre 2020.
    • Genitori che a causa della cessazione della custodia dei figli subiscono una perdita di guadagno
      ad esempio se la scuola o la struttura di custodia collettiva diurna è temporaneamente chiusa oppure posta in quarantena o se la persona che assume la custodia deve mettersi in quarantena
    • Persone particolarmente a rischio (dal 18.01.2021)
      Lavoratori dipendenti e autonomi che appartengono alla categoria delle persone vulnerabili, a condizione che non possano svolgere la loro attività lucrativa da casa e che quindi subiscano un'interruzione dell'attività lavorativa. (La registrazione non è ancora possibile!)

    Nota: Gli aventi diritto devono comprovare le indicazioni fornite. Le indicazioni fornite saranno verificate mediante controlli a campione.

    > ALL'INSCRIZIONE

  • Adattare l’ammontare delle fatture AVS

    Siete pregati di notificarci se pagate meno salari, rispettivamente avete un introito meno elevato, perché noi possiamo adattare di conseguenza le fatture AVS:

    • Adattamenti delle somme dei salari via «connect > Annuncio salari > Acconto Basi» o per e-mail alla contabilità: bh78@ak34.ch 
    • Adattamento dei contributi personali degli indipendenti per e-mail al reparto contributi: be78@ak34.ch

    Importante: Le ditte che ricevono indennizzi per il lavoro ridotto da parte dell’Assicurazione contro la disoccupazione devono continuare a pagare tutti contributi di legge delle assicurazioni sociali come finora.

FAQs

Indennità per perdita di guadagno in caso di provvedimenti per combattere il coronavirus: 
Domande e risposte

lavoro ridotto

Le domande per l’indennità di lavoro ridotto devono essere inoltrate alla Cassa cantonale contro la disoccupazione. Troverete tutte le informazioni necessarie sul 
sito della SECO dedicato al nuovo coronavirus

Vi trovate qui: